Atletica in lutto, morta suicida la campionessa Maura Viceconte

Tragedia oggi nel mondo dell’atletica. La campionessa della maratona azzurra Maura Viceconte, di anni 51, è stata ritrovata morta suicida presso la sua abitazione presso Chiusa San Michele (TO), suo paese d’origine, in Val di Susa, dove era tornata ad abitare da alcuni anni.

Famosa per i suoi grandi successi tra gli anni ’90 e i primi anni 2000.

Nel 1998 conquistò la medaglia di bronzo agli Europei di Budapest (oltre all’argento con la squadra azzurra) mentre, nel 2000, ha partecipato alle olimpiadi di Sydney.

Reduce da un cancro al seno, la donna era tornata a mostrarsi al pubblico con un docufilm sulla propria vita: “La vita è una maratona – La corsa il modo di vivere”, realizzato insieme all’amico Luigi Cantore.

La notizia giunge inaspettata e sconvolge l’intero mondo sportivo.

La Fidal la ricorda come “figura di notevole rilievo nel panorama fondistico nazionale ed internazionale”.

Benedetta Sisinni 

di Benedetta Sisinni

Leggi Anche...

Adesso è ufficiale: il 14 settembre si torna tra i banchi di scuola

  Uno dei settori che ha maggiormente risentito del lockdown a seguito della pandemia da …