Home / Tempo Libero / Recensioni / Libri / “L’uragano di un batter d’ali” – Sara Tessa

“L’uragano di un batter d’ali” – Sara Tessa

L’incontro tra due persone prende risvolti imprevedibili. Voto UvM: 3/5

 

 

 

 

Può il battito d’ali di una farfalla in Brasile scatenare un uragano in Texas?

E’ questo il principio fondamentale della Teoria del Caos di Edward Norton Lorenz ed è questo il presupposto su cui è costruito questo splendido romanzo.

“L’uragano di un batter d’ali” è la storia nata dall’incontro tra un uomo, Adam Scott e una donna, Sophie Lether, due individui apparentemente opposti, dall’animo complesso e un passato travagliato.

L’incontro tra queste due persone, accomunate da condizioni iniziali estremamente difficili, ha un’evoluzione e dai risvolti assolutamente imprevedibili, spingendo i protagonisti a delle obbligate evoluzioni personali.

“Sensibilità alle condizioni iniziali, imprevedibilità ed evoluzione”.

La nozione di base della Teoria del caos, che si applica perfettamente alle dinamiche di questa sorprendente storia.

Sophie è una giovane donna che ritorna a New York e si rifugia a casa del fratello dopo essere scappata all’ennesima relazione distruttiva, un rapporto malato in cui ha subito violenza verbale e fisica, reduce da un anno passato in un centro di recupero.

Ma Sophie, nonostante le mortificazioni, appare animata da una straordinaria resilienza, che la porta a rimettere insieme i pezzi di una vita vilipesa e distrutta.

Adam, schermato dall’apparenza di un uomo forte e di successo, ricco e bellissimo, dotato di un grande fascino, nasconde invece una grande sofferenza interna, uno stato emotivo e sentimentale che ha deliberatamente messo in “stand by”.

Così Adam si impedisce qualsiasi tipo di relazione sentimentale o di un qualsivoglia legame.

Le sue frequentazioni femminili sono prostitute e i suoi unici rapporti sono fugaci, occasionali e basati solo sul sesso nudo e crudo.

Il sesso rappresenta per lui una valvola di sfogo, una fuga dalla vita e al dolore.

Questa situazione di oblio autoindotto ha inizio 5 anni prima quando quando ha scoperto sua moglie incinta a letto con il suo migliore amico.

Quello è stato il punto di svolta, l’inizio della fine, il trampolino verso il baratro.

Ora Adam è un guscio vuoto accompagnato solo dalla sua solitudine, l’unica condizione che gli garantisce il pieno controllo di sè stesso, della sua vita, impermeabile a qualsiasi forma di emozione.

L’incontro tra Adam e Sophie è come la luce che squarcia il buio, improbabile, impossibile eppure inevitabile e deflagrante.

Un incontro che annienta le barriere emotive di entrambi, che scardina i perni su cui entrambi hanno scelto di ricostruire la loro esistenza.
Sophie, spinta dall’istinto da crocerossina”, vuole liberare Adam dai suoi demoni, cerca in tutti i modi di salvarlo da sé stesso ma ne è anche perdutamente innamorata e, mentre lui la sottomette e la piega alle sue condizioni, al suo volere, allo stesso tempo lei si libera dalla sua prigionia auto inflitta, trascende da sé stessa perché Adam è l’unico che riesce a comprenderla e a renderla veramente felice e appagata.

Per Adam, Sophie rappresenta la luce, la sua tenerezza, la sua fragilità e la sua indulgenza lo mettono di fronte alla sua miserabile a malata condizione, e lo spinge a riconsiderare le sue priorità.

“L’uragano di un batter d’ali” è la storia di un amore ineluttabile, che trascende le condizioni iniziali fra i due amanti per dirompere in tutta la sua deflagrante potenza trasformandoli e salvandoli entrambi.

Il romanzo, appartenente al genere Erotic Romance, rappresenta un caso editoriale datato 2013. Nato come opera di self-publishing e distribuito solo in E-Book attraverso la piattaforma Amazon, si è in brevissimo tempo conquistato uno straordinario successo grazie al passaparola fra le lettrici tanto che, nello stesso anno, Sara Tessa ha deciso di “regalare” un’appendice a questo romanzo con “La versione di Adam”, ovvero un racconto più breve nel quale la scrittrice da voce al suo enigmatico e complesso protagonista maschile.

 

Giusi Villa

di Recensioni

Leggi Anche...

Il secondo tragico Fantozzi

          Film comico del 1976, “Il secondo tragico Fantozzi” è il …