Home / Cultura Locale / Villa Roberto: una perla liberty a Ganzirri

Villa Roberto: una perla liberty a Ganzirri

Messina è una città ricca di paesaggi mozzafiato, edifici religiosi che vantano secoli di storia alle spalle e ville nobiliari, mantenute ancora intatte nel tempo, seppur con le giuste riparazioni.

Oggi vi racconto di Villa Roberto, chiamata così dal nome del suo possessore Santi Roberto, le cui iniziali svettano imponenti, incise nel ferro del cancello ancora presente a ingresso, e difesa, della Villa situata in Via Consolare Pompea, precisamente nel quartiere di Ganzirri.

Fonte: trovaeventi.eu

 

Le prime notizie, e fotografie, immortalano la Villa nell’Ottocento, quando ancora era presente soltanto il pian terreno, ma già vantava di essere una costruzione di notevolissimo prestigio.

La villa ospiterà nel 1902 un gruppo di studiosi provenienti da Malta, la cui bandiera sventolerà sull’unica terrazza della casa.

Arriva il 1908 portando catastrofe, distruzione e cambiamenti contingenti.

Santi Roberto però è già invecchiato e tocca al figlio, Cav. Federico Fritz, rimettere in sesto la dimora di famiglia. Fritz opta per un miglioramento dei giardini, tant’è che il padre, poco vedente, si perde nella sua stessa casa non riconoscendosi più nelle novità apportate dal figlio.

Fonte: TrovaWeb

 

Datato al 1924 è un altro, e più imponente, cambiamento ed ampliamento della Villa, definita in stile liberty con le tipiche merlettature, portici e bugnato.

Nel 1949 l’ingegnere Allegra, a cui vien dato il merito di aver disegnato la Galleria Vittorio Emanuele, esaudisce un ultimo desiderio di Fritz, quello ovvero di ampliare la casa di modo che i figli, Ruggero e Manfredi, potessero crescervi le famiglie.

Villa Roberto acquisisce  dunque quei tipici mattoni rossi che tanto la caratterizzano e il secondo piano, insieme ad altre terrazze e vedette.

I saloni interni restano immutati nel loro antico splendore e i giardini trasportano, chi vi ci cammina in mezzo, in un’atmosfera da sogno; alte palme, un verde incontaminato e ponticelli.

Fonte: FotoShopping by TrovaWeb

 

Sembra difficile credere che un luogo di tale magnificenza disti così poco dal centro, ruggente e caotico, della città.

Ma la bellezza fa spesso così, si nasconde, modesta, dove non è facile individuarla; sta lì, aspettando che qualcuno vada a contemplarla.

 

Fonte: fotoshopping.eu

 

 

 

 

 

 

Ilaria Piscioneri

di Ilaria Piscioneri

Leggi Anche...

Piazza Cairoli: cuore, spesso dimenticato, di una città

  Chi di noi non ha presente, ben inciso nella memoria, ricordi in Piazza Cairoli …