Home / Tempo Libero / Recensioni / Film / Lucifer – L’altra faccia del diavolo

Lucifer – L’altra faccia del diavolo

 

Il diavolo scende sulla terra. Voto UvM: 5/5

 

 

 

Sembra che il diavolo abbia finito la sua vacanza sulla terra e sia tornato sul suo trono a governare dall’alto degli inferi.

È infatti da poco uscita su Netflix la quarta e ultima stagione di una serie che nel corso delle puntate ha appassionato il pubblico.

Lucifer racconta le avventure del diavolo sceso sulla terra sotto forma di umano con il nome di Lucifer Morningstar (Tom Eliss), che coerente col suo ruolo biblico di “punitore” decide di concentrarsi su ciò che effettivamente rispecchia meglio le sue capacità in terra: diventa consulente civile nel dipartimento di polizia di Los Angeles.

Incontra qui la detective Chloe Decker (Lauren German) che accompagnerà, nel bene e nel male, tutte le avventure del diavolo.

Ciò che probabilmente rende la serie tanto coinvolgente è proprio il protagonista: Lucifer interpreta un carismatico e arrogante uomo d’affari, proprietario del night club Lux, dedito principalmente all’alcol e alle belle donne.

 

 

 

I riferimenti biblici sono continui nel corso delle puntate, rappresentati in chiave a volte più umana, a volte totalmente in opposizione al mondo terreno: l’attraente demone Maziekeen (Lesley-Ann Brandt), l’angelo Amenadiel (D. B. Woodside), saranno sempre presenti nel corso della serie e subiranno un’evoluzione sorprendente.

Faranno la loro comparsa anche i personaggi più rilevanti del mondo celeste, come Caino, Eva, che conferiscono un’atmosfera più surreale e misteriosa.

Ma centrali rimangono anche i protagonisti umani, in particolare la psicologa Linda (Rachael Harris), la prima umana che verrà a conoscenza della verità riguardo al mondo ultraterreno, ma che avrà anche l’arduo compito di analizzare ciò che passa per la testa a un diavolo diviso tra quello che è la sua natura e quello che potrebbe diventare sulla terra.

Elementi perturbanti saranno l’amore, l’affetto, sentimenti che angeli e demoni non possono provare nei confronti di persone umane.

 

 

Eppure il futuro di Chloe e Lucifer sembra legato dal destino, o dalla volontà di Dio, magari la giovane e bella detective cederà alla tentazione del male.

Se le prime due stagioni potevano essere considerate buone e piacevoli, le ultime due sono di una qualità superiore, migliorano anche sul piano dei contenuti e risolvono tutti i dubbi nati nel corso delle puntate.

Questo è dimostrato dal fatto che alla fine della terza stagione, quando la Fox aveva deciso di interrompere la produzione, tutto il mondo si è mobilitato attraverso l’hashtag #saveLucifer facendo in modo che Netflix acquistasse i diritti in modo da salvare la serie: i risultati sono stati evidenti visto l’elevato numero di ascolti registrato.

Nonostante la fine sembri definitiva, rimane alta la possibilità, o forse la il desiderio, di avere una quinta stagione, ma ancora non è stato detto nulla di ufficiale.

Non ci resta che aspettare o sperare di rivedere il diavolo interpretare il ruolo dell’umano sulla terra.

Federica Cannavò

di Recensioni

Leggi Anche...

Lolita – Vladimir Nabokov

        Lolita, la ninfetta che fa perdere la testa professor Humbert. Non …