Olimpiadi 2026 Milano-Cortina

 

Ad aggiundicarsi le Olimpiadi invernali 2026 sono state Milano e Cortina con 47 voti a favore contro i 34 di Stoccolma.

Dal 6 al 22 febbraio si terranno le classiche Olimpiadi, mentre dal 6 al 15 marzo le Paralimpiadi.

Questa non è una vittoria soltanto per lo sport italiani, ma anche per l’economia: infatti secondo uno studio dell’Università la Sapienza di Roma, le Olimpiadi invernali produrranno una ricchezza cumulata di 2,3 miliardi nell’arco di tempo 2020-2028, con possibilità di ricavi che si estendono fino a 3 miliardi di euro, secondo un’analisi della Bocconi.

A godere saranno soprattutto Milano (dove si insegue il miraggio di una Expo 2.0 condensata in 17 giorni) e la Lombardia, con un valore aggiunto di ulteriori 1,2 miliardi.

Ma anche la piccola Cortina, perla delle Dolomiti, che pure spicca nelle classifiche nazionali in fatto di ricchezza pro-capite, dovrebbe assicurarsi un extra-Pil di 200 milioni di euro.

I Giochi saranno spalmati su quattro ‘cluster’ fra Lombardia, Veneto e le province di Trento e Bolzano: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme.

La cerimonia di apertura davanti agli 80 mila spettatori di San Siro sarebbe la più partecipata nella storia dei Giochi invernali insieme a Pechino 2022.

Piero Cento

di Attualita

Leggi Anche...

NoMask. Chi sono i negazionisti e perché sono sempre di più

              Esistono anche i negazionisti del Covid e non …