Studiare Fisica a Messina: alla sua scoperta dal micromondo al macromondo

Se si chiede ad uno studente quali sono le materie più temute, sicuramente tra di esse compaiono la Matematica e la Fisica. Ma questo timore è giustificato? Questa intervista vi convincerà a studiare Fisica presso l’Ateneo messinese.

 

 

Perché uno studente oggi dovrebbe iscriversi al Corso di Laurea in Fisica a Messina?

La Fisica a Messina ha una lunga ed affermata tradizione sia in ambito teorico che sperimentale. Le conoscenze e competenze specifiche acquisite di fatto risultano utili anche nell’ambito socio-economico, dove la capacità di analisi di un fisico diventa strategica.

«Il bello della fisica – dice la prof.ssa Fazio – è quello di capire com’è fatto il mondo che ci circonda. È emozionante poter studiare fenomeni che ancora non sono stati compresi e trovare nuovi ed imprevisti comportamenti». I laureati in Fisica a Messina, alla stessa stregua dei colleghi di altre Università nazionali, sono considerati molto preparati e riescono ad acquisire importanti posizioni tanto in Italia quanto all’estero. Le numerose applicazioni fisiche, corrispondenti a diversi sbocchi occupazionali, devono essere di incoraggiamento ad intraprendere tale percorso formativo.

Inoltre: “L’ambiente Fisica a Messina è molto stimolante – aggiunge il Dr. Gallo – io stesso come laureato in Fisica a Messina posso dire che è “a misura di studente”, e questo consente dialogo continuo e collaborazione tra studenti e docenti”.

Quale circostanza particolarmente importante l’ha portata a scegliere di studiare fisica?

“Perché avevo una passione per la conoscenza delle leggi che regolano la natura”, risponde il Dr. Corsaro. “La Fisica è la scienza che comprende e descrive le leggi naturali in modo quantitativo. Tanto la ricerca di base quanto le numerose applicazioni fisiche affascinano da sempre coloro che vedono nello studio l’unico modo di crescita personale volta all’affermazione nella vita sociale e nel mondo del lavoro”.

Qual è il profilo tipo di un laureato in Fisica Triennale? E dopo la Triennale?

Risponde il Coordinatore del CdL Prof. Rosalba Saija: “Il corso di Laurea Triennale di Fisica forma laureati provvisti di una valida cultura nella fisica e nelle tecnologie fisiche basata sulla capacità di lavorare utilizzando il metodo scientifico in maniera sistematica”.

Inoltre, “Il laureato triennale in Fisica, previo superamento dell’esame di stato, può iscriversi alla Sezione B dell’Ordine Professionale dei Chimici e dei Fisici. Può accedere ai corsi di Laurea Magistrali e ai corsi di Master di I livello di Area Scientifica. Presso l’Ateneo di Messina è attivo il corso di Laurea Magistrale in Physics caratterizzato da tre curriculum:

  • Condensed Matter Physics organizzato per far acquisire agli studenti competenze volte alla progettazione di nuovi materiali e dispositivi per il mondo HighTech;
  • Fisica Applicata per far acquisire agli studenti competenze in biofisica e fisica biomedica;
  • Fisica Nucleare e Particellare, con lo scopo di sviluppare strumentazione scientifica all’avanguardia e contribuire alla ricerca di base”.

Dopo la laurea Magistrale, è possibile accedere al Corso di Dottorato di Ricerca in Fisica. “Si tratta di un periodo di formazione – afferma la prof.ssa Crupi, Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Fisica – di figure professionali di alto livello per intraprendere la carriera scientifica o lavorare nel settore industriale. “Un’altra occasione di formazione di alto livello presso l’Ateneo messinese è offerta dalla Scuola di Specializzazione in Fisica Medica”, aggiunge la prof.ssa Mezzasalma. “Durante questo percorso gli specializzandi, attraverso l’acquisizione di conoscenze in campo radioterapico, di medicina nucleare e diagnostica per immagini, maturano una competenza di alto livello professionale come operatori sanitari.

Quali sono i livelli occupazionali di un laureato in Fisica Triennale e in Fisica Magistrale provenienti dall’Università di Messina?

La prof. Mezzasalma chiarisce: “È da sottolineare come la totalità dei laureati in Fisica Triennale prosegua gli studi ai corsi di laurea Magistrali sia presso la stessa Università che altri Atenei. Tale risultato risulta essere perfettamente in linea con quanto avviene a livello nazionale. Per quanto riguarda invece i laureati a un anno e a cinque anni dalla laurea, esclusi quelli che già lavoravano prima della stessa, l’inserimento nel mondo del lavoro risulta, secondo gli ultimi dati Alma Laurea, del 75% e 80% rispettivamente, con una quota del 75% di laureati che nel lavoro utilizzano in misura elevata le competenze acquisite con la laurea”.

Ma quali sono i ruoli concreti ai quali può aspirare uno studente che sceglie di laurearsi in Fisica?

Le figure professionali più richieste sono: operatori di apparecchi medicali utilizzati nell’ambito della diagnostica, tecnici statistici (uso di sistemi di modellizzazione e simulazione), tecnici della qualità industriale ed ambientale ed insegnanti. Il prof. Andrea Mandanici sottolinea che UNIME offre la possibilità di completare in sede tutti gli stadi della formazione necessari per accedere al ruolo di insegnante nelle scuole medie e superiori, fornendo sostegno agli studenti grazie ad una politica di costi contenuti e borse di studio e sostegno alle attività Erasmus.

Uno studente di Fisica a Messina ha la possibilità di avere una formazione internazionale e di accedere a Large Facilities?

“Entrambi i Corsi di Laurea sia Triennale che Magistrale – risponde la prof.ssa V. Venuti – incoraggiano gli studenti a fruire di periodi di formazione all’estero. Nell’ambito del Corso di Laurea Triennale ciò può avvenire sia in forma di frequenza di corsi sia per lo svolgimento di attività di tirocinio, mentre alla Magistrale può avvenire attraverso lo svolgimento di attività di preparazione della prova finale”. Aggiunge la prof.ssa Trimarchi: “Poiché buona parte delle ricerche svolte dai docenti messinesi in fisica nucleare e particellare, in struttura della materia e fisica applicata vengono effettuate presso grandi centri di ricerca (CERN di Ginevra, ELSA di Bonn, ILL e ESRF di Grenoble,  Centro Elettra Sincrotrone di Trieste), i nostri studenti possono usufruire dell’esperienza stimolante di prendere parte a esperimenti presso queste sedi, partecipando ad esempio alla realizzazione di esperimenti in ambiti di frontiera quali la fisica delle particelle elementari e alla progettazione di nuovi materiali per applicazioni HighTech”.

Quali sono le azioni intraprese dall’Ateneo di Messina rivolte alla collocazione nel mondo del lavoro dei laureati UNIME?

Il Centro di Orientamento e Placement (COP) supporta studenti e Laureati dell’Ateneo fornendo strumenti finalizzati all’acquisizione di competenze utili per costruire un efficace percorso professionale personale. Con tali iniziative, i laureandi possono scoprire le competenze maggiormente richieste oggi, come affrontare un colloquio o accedere a incontri on-line (https://www.unime.it/it/centri/cop/open-unime-lavoro-0).

Giovanni Gallo

Qui un approfondimento con le domande più frequenti.

Leggi Anche...

fonte unime.it

Motostudent: il Team di SIC al primo posto

Aragon 2021, caldo torrenziale, il Team di Stretto in Carena (SIC) si aggiudica il primo …