Eventi

Messina Vinyl Fest: il vinile è tornato per restare

©FrancescoAlgeri – Messina Vinyl Fest

Ritorna con grande successo il mercatino del disco vinile per la prima edizione del Messina Vinyl Fest. Dopo l’esperienza di “Alta Fedeltà”, presso l’associazione “La Stanza dello Scirocco”, l’evento si ingrandisce con nuove attività ed una nuova sede: il Retronouveau. Domenica 27 settembre il locale si riempie di amanti del genere: l’area interna è stata predisposta per la vendita dei dischi, CD, memorabilia e oggettistica vintage.

©Federica Martorana- Messina Vinyl Fest

È ben noto come in tempi recenti i dischi in vinile, oltre a non essere affatto scomparsi, siano cresciuti in popolarità e abbiano fatto presa sulle nuove generazioni, diventando veri e propri oggetti di culto.  Numerosi gli espositori e i dischi proposti, dai classici del rock ai cantautori italiani, ed in più qualche chicca rap e della golden era.

Siamo molto contenti di quanto abbiamo creato in quanto la nostra attività nasce dalla volontà di trasformare la passione comune in professione. Siamo sempre alla ricerca di dischi adatti ai gusti dei nostri clienti– queste sono le parole di Fabrizio Micali, in arte “Kollasso”, DJ e co-fondatore dell’e-commerce BEST PRICE REC- cercando rarità del passato e interessanti novità dei giorni nostri. Siamo riusciti ad entrare in contatto diretto per la prima volta con i nostri clienti, per cui questo è un evento al quale tenevamo particolarmente.

©FedericaMartorana – Messina Vinyl Fest

La Best Price Rec, nata dalla collaborazione tra i due dj messinesi Fabrizio Kollasso Micali e Alberto Russo è un e-commerce di compravendita che vanta più di 80000 vinili acquistabili su diverse piattaforme web ed alle fiere di settore più importanti del sud Italia.

Abbiamo dato il massimo durante questa manifestazione per permettere che il Vinyl Fest sia un evento da ripetere nel tempo. È cominciato tutto alla Stanza dello Scirocco– ci racconta Alberto Russo, dj e co-fondarore dell’e-commerce BEST PRICE REC- quando esponevano poche persone, e ora che gli utenti sono sempre di più e la gente sembra appassionarsi al genere speriamo di poter replicare presto.

Presenti all’evento anche altri espositori quali : Benito Lucentini, collezionista di dischi fin da ragazzo; Max Comix Massimiliani, collezionista da 30 anni, punto di riferimento in città per dischi, fumetti, manifesti musicali e locandine cinamatografiche; Massimo Pepe, proprietario di un pezzo di storia messinese: Radio Pepe di Via Palermo, per decenni punto di riferimento in città, sopratutto nella stagione d’oro delle radio libere (1977/1985); Enrico Vita, Federica Vita,  il mercatino delle pulci “La Vecchia Soffitta“, punto di riferimento per il vintage e l’usato in città; Venera Leto con Colapesce – libri, gusti, idee, uno stand dedicato ai libri dedicati al mondo della musica, ricco di classici intramontabili come “Retromania” di Reynolds ma anche chicche fresche di stampa, selezionate tra le case editrici indipendenti più interessanti.

©FrancescoAlgeri – Messina Vinyl Fest

Sottofondo del pomeriggio il dj set rigorosamente in vinile di: Mirko Fanciullo, Emanuele Betto, Lelio Nulli, Danilo BarberaValeria Rizzo, Morgan Maugeri e Arnaud Porcheron. Presente anche Radio Antidoto in diretta streaming con Vittorio Giorgio e Alessandra Mammoliti.

Sono molto soddisfatto dell’evento, soprattutto perché è arrivata tantissima gente e non ci aspettavamo una tale affluenza. Mi scuso ancora una volta con tutte le persone che non hanno avuto la possibilità di entrare– afferma Francesco Bonaccorso, l’organizzatore dell’evento- abbiamo dovuto abbassare la capienza del locale per rispettare minuziosamente le regole antiCovid. Una vera e propria festa per valorizzare il mercato del vinile, il formato principe della storia della musica: le persone hanno bisogno di avere un oggetto tangibile e fisico in mano, che è la stessa cosa che succede con i libri. Riproporremo il Messina Vinyl fest presto, la data è una sorpresa, ma non è lontana. Al contrario della prima edizione, la seconda verrà proposta non solo il pomeriggio ma per un’intera giornata: tutta da dedicare alla musica.”

Una cosa è certa: a Messina, il vinile è tornato per restare.

Cristina Geraci

Facebook: Messina Vinyl Fest 

di Cristina Geraci

Leggi Anche...

Webinar UniMe: “Il fenomeno del body shaming”

Lunedì 19 ottobre, alle ore 15, in diretta Facebook e sulla piattaforma Microsoft Teams dell’Ateneo …