L’Ora, edizione straordinaria a Palazzo Zanca

Il volume L’Ora, edizione straordinaria – edito dalla Biblioteca centrale della Regione Siciliana verrà presentato venerdì 9 ottobre alle 18 al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Fondato nel 1900 dai Florio, imprenditori siciliani fra i più illuminati e intraprendenti, il quotidiano palermitano L’Ora ha conquistato in quasi un secolo di vita fama di giornale di battaglia, scomodo e irriducibile, fino a diventare un simbolo della lotta contro la mafia. La sua chiusura, l’8 maggio 1992, a poche settimane dalla strage di Capaci, piuttosto che spegnerne il ricordo, lo ha paradossalmente amplificato fino a farne una leggenda.

Il volume  ne racconta la storia con le testimonianze di tre generazioni di cronisti, tutti cresciuti alla scuola di un direttore mitico, Vittorio Nisticò, che dal 1954 al 1975 resse il timone di quel vascello corsaro, tenendo dritta la barra fra bombe di mafia, querele di potenti, roventi polemiche e riuscì a raccogliere intorno al giornale le migliori intelligenze siciliane, da Leonardo Sciascia a Renato Guttuso, da Danilo Dolci a Vincenzo Consolo.

Dal 1970 al 1976 L’Ora pubblicò anche una pagina quotidiana di cronaca di Messina. “Sei anni in campo avverso” annotano, ricostruendo nel volume quell’esperienza, Antonio Padalino, che di quella redazione fu il responsabile prima di trasferirsi a Roma, come inviato del settimanale Panorama, e Sergio Sergi, poi autorevole firma de l’Unità. Per inaugurare quella pagina, nel marzo 1970, arrivò da Palermo un prestigioso giornalista, Mauro De Mauro. “Scrisse, da par suo, inchieste e articoli sul potere messinese, sull’amministrazione comunale, suscitando inattesi interessi nell’opinione pubblica” raccontano Padalino e Sergi. Il 16 settembre di quello stesso anno, a Palermo, De Mauro fu sequestrato sotto casa e fatto sparire. Vittima di mafia, come altri due cronisti de L’Ora, Cosimo Cristina e Giovanni Spampinato.

Il libro verrà presentato dal professor Gaetano Silvestri, presidente emerito della Corte costituzionale e già rettore dell’Università di Messina, e da tre ex giornalisti del quotidiano: Gaetano Perricone, che oggi cura la pagina Facebook dedicata alla testata, Sergio Sergi e Bianca Stancanelli. Saranno presenti anche Antonio Padalino e Attilio Raimondi, che de L’Ora fu prima corrispondente, poi collaboratore e diventò direttore di Rtp, la prima televisione libera messinese. L’evento è organizzato in collaborazione con la Feltrinelli Point di Messina.

Mappa per raggiungere il luogo dell’evento:

di Redazione UniVersoMe

Leggi Anche...

FC MESSINA ASFALTA PER 7-1 IL ROCCELLA E CHIUDE IN SECONDA POSIZIONE

Al “Franco Scoglio” di Messina si disputa la 34esima giornata del Girone I di Serie …