Mare Liberum: torna il festival di geopolitica con la quinta edizione

Venerdì 8 e sabato 9 Ottobre a Catania si terrà “Mare Liberum”: Festival di Geopolitica di Eastwest. Il Festival, alla sua quinta edizione, nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Diplomatici e EastWest, prevede due giornate d’incontro e dialogo. Una riflessione sui principali avvenimenti geopolitici internazionali, con esperti e protagonisti che dialogano con un pubblico ampio, e con gli studenti. L’impegno a rendere accessibili temi complessi, con un linguaggio informato e serio ma semplice e immediato.

Che il Festival di Geopolitica Mare Liberum vantasse ospiti di un certo calibro è cosa nota. Anno dopo anno si sono susseguiti sui “palchi” dell’evento illustri politici e campioni dello sport, artisti, giornalisti, scrittori, cantanti. Ognuno con qualcosa da dire, da raccontare, da condividere con i numerosi studenti siciliani che partecipano con entusiasmo a ogni edizione. A cui, quest’anno, si aggiungeranno le migliaia di studenti collegati in streaming da tutte le parti del mondo e che stanno attualmente seguendo i corsi di Associazione Diplomatici per CWMUN Emirates e New York.

Si può dire però, e senza indugio, che la novità della quinta edizione di Mare Liberum, che si svolgerà a Catania l’8 e il 9 ottobre, riguarda la presenza di un super ospite d’onore: Bill Clinton, per altro non nuovo al mondo di Diplomatici in quanto già ospite di Claudio Corbino al Change the World di New York nel 2018.

Il 42° Presidente degli Stati Uniti d’America interverrà in diretta streaming, venerdì 8 ottobre alle 17, durante il panel “USA e UE, la partnership necessaria per il nuovo ordine internazionale”. Un appuntamento imperdibile, certo, ma non l’unico. In programma anche un evento speciale. Torna a Mare Liberum il cantautore Francesco De Gregori, che venerdì 8 ottobre, alle 20, si esibirà al Teatro Massimo Bellini di Catania per un concerto riservato agli ospiti del Festival.

Tanti i guest che durante le due giornate di Mare Liberum si alterneranno nei diversi panel, dislocati in più location: dal Salone Bellini del Comune di Catania al Rettorato dell’Università di Catania, fino alla sede di Associazione Diplomatici.

Il Festival sarà inaugurato venerdì 8, alle 11, al Comune di Catania, dove dopo i saluti istituzionali del sindaco di Catania Salvo Pogliese, del presidente di Associazione Diplomatici Claudio Corbino, del Rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo, del presidente di EWEI Giuseppe Scognamiglio e del direttore del quotidiano La Sicilia Antonello Piraneo, avranno inizio i panel. Tra i protagonisti Angelino Alfano, già Ministro degli Esteri italiano, Igor Sergeevic Ivanon, già Ministro degli esteri russo, e Fabio Massimo Castaldo, vice presidente del Parlamento europeo. A seguire si parlerà di Giustizia con Giuseppe Ayala, già magistrato e parlamentare, e Salvatore Carrubba, direttore de Il Sole 24 ore. E ancora gli argomenti toccheranno gli Stati Uniti d’Europa e la politica estera dell’Unione Europea. Alle 17, come detto, il collegamento con Bill Clinton, che intervistato da Claudio Corbino e Giuseppe Scognamiglio affronterà il tema della partnership tra USA e UE. Alle 20 gli ospiti si sposteranno al Teatro Massimo Bellini per il concerto di Francesco De Gregori.

Sabato 9 sarà la sede di Associazione Diplomatici a ospitare i panel sul futuro del calcio con Marco Tardelli, campione del mondo ‘82, sui cambiamenti climatici e sulla sostenibilità con Enrico Giovannini, e il panel condotto dai giornalisti di Linkiesta. Una lettura dei fenomeni internazionali attraverso più forme d’espressione: giornalismo, politica, economia, letteratura, religione, fotografia, arte, teatro, gastronomia, sport. Comprendere la dimensione sovranazionale del Mediterraneo per riconsiderare la centralità dell’Europa, tra Est e Ovest, tra Nord e Sud del mondo. Leggi il programma completo cliccando qui.

di Cristina Geraci

Leggi Anche...

Convegno “Mafie tra continuità e mutamento: analisi, esperienze, narrative”: intervista alla dott.ssa Rossella Merlino

Nei giorni 27 e 28 settembre si svolgerà il convegno “Mafie tra continuità e mutamento: analisi, …