Eventi

Spazzatura e Degrado in città: è ancora emergenza a Messina

Messina invasa da tonnellate e tonnellate di rifiuti. L’emergenza è determinata dalla mancata manutenzione dei mezzi, sono fermi 14 autocompattatori su 16 per guasti anche di modesta entità, che l’officina interna non arriva a riparare, e i cittadini non ne possono più.

La società MessinaServizi cerca di rimediare noleggiando mezzi da ditte esterne, ma con i rifiuti lasciati a marcire sotto il sole si è in piano allarme igienico sanitario.

In tantissime zone della città i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per spegnere gli incendi appiccati nella notte ai cassonetti e alle montagne di sacchetti di spazzatura in strada.

“Siamo punto e a capo. Città sporca, piena di immondizia, zanzare tigre e non, topi e ratti di ogni dimensione, cinghiali che pascolano come pecorelle smarrite-“ è il commento dell’ex consigliere della V Circoscrizione Marcello Cannistraci.

Sull’emergenza rifiuti il sindaco De Luca interviene sui social scrivendo: “NON GUARDO IN FACCIA NESSUNO QUANDO SI TRATTA DELL’ESERCIZIO DI PUBBLICHE FUNZIONI ASSEGNATE IN BASE AD UNA LEGITTIMA VALUTAZIONE FIDUCIARIA DEL SINDACO. GLI EVENTUALI ERRORI DEL CDA O DELL’ASSESSORE ALL’ AMBIENTE SI PAGANO CON LA RIMOZIONE MENTRE QUELLE DEL DIRETTORE GENERALE E DEL DIRIGENTE AMBIENTE SI PAGANO AVVIANDO L’AZIONE DI REVOCA E RICHIESTA RISARCITORIA. ORA HO DECISO DI OCCUPARMENE PERSONALMENTE E DI CONCEDERE UNA SECONDA POSSIBILITÀ A TUTTI CON SCADENZA 30 NOVEMBRE”

Un deciso ultimatum al direttore generale Aldo Iacomelli, ma anche ai “suoi” uomini, dal consiglio d’amministrazione.

La società cerca di rimediare noleggiando mezzi da ditte Esterne, ma con i rifiuti lasciati a marcire sotto il sole si è in piano allarme igienico sanitario.

Rachele Fedele

di Redazione Attualità

Leggi Anche...

Chi era Lea Vergine, la pioniera della bodyart

Si è spenta, all’età di 84 anni, Lea Buoncristiano meglio conosciuta come Lea Vergine. Ricoverata …