Home / Attualità / La Torre di Pisa non è più così pendente

La Torre di Pisa non è più così pendente

La celebre Torre Pendente che svetta imperiosa su Piazza dei Miracoli nella città di Pisa, sta bene, così bene che la sua stabilità nel corso degli anni va ad aumentare, portandola addirittura ad avere un raddrizzamento di 4cm nell’arco di “soli” 17 anni.

Questa è la conclusione a cui sono giunti i membri del Gruppo di Sorveglianza Istituito dall’Opera della Primaziale Pisana, che hanno certificato il buon stato di salute e la stabilità  della struttura, che secondo le analisi condotte sarebbe migliore rispetto alle previsioni iniziali.

Infatti era stato inizialmente preventivato, da parte del Comitato Internazionale per la Salvaguardia della Torre di Pisa, un lavoro di consolidamento per arginare il pericolo di crollo della Torre. Denominato “sottoescavazione del terreno“, tale lavoro prevede l’eliminazione di una parte del terreno sottostante nella direzione opposta a quella della pendenza, e il Campanile ha reagito a questi “movimenti” con un lieve raddrizzamento.

“La Torre  da quando è iniziata la cura ha ridotto la sua pendenza di circa 2 mila arcosecondi, più o meno mezzo grado che corrisponde a circa 45v centimetri. Le ‘oscillazioni’ ora variano alla media di 1/2 millimetri l’anno ma quel che più conta è la stabilità del campanile che è migliore delle previsioni iniziali.”

Si è espresso così sulla questione, Nunziante Squeglia, docente di Geotecnica dell’università di Pisa e collaboratore del Gruppo di sorveglianza.

Benedetta Sisinni

 

di Benedetta Sisinni

Leggi Anche...

Marilyn Monroe in mostra al Museo del Cinema di Torino

A più di 50 anni dalla sua morte, Torino celebra e rende omaggio a Marilyn …

Condivisioni