Home / Cus Sport / Per il Cus Unime è stato un 2018 strepitoso. Naccari: “Obiettivo salvezza ma vogliamo divertirci ancora”

Per il Cus Unime è stato un 2018 strepitoso. Naccari: “Obiettivo salvezza ma vogliamo divertirci ancora”

Dalla storica promozione in Serie A2 al record di vittorie casalinghe nell’anno solare. Per arrivare sino al secondo posto con 3 vittorie nelle prime quattro giornate di A2. Per il Cus Unime si tratta di un vero e proprio 2018 da incorniciare, con l’obiettivo di fare sempre meglio.

Nove punti in 4 giornate di Serie A2, con l’ultimo exploit esterno in casa dei Muri Antichi di Catania che valgono un sorprendente secondo posto in classifica generale in coabitazione con le due big Rari Nantes Salerno e Telimar Palermo. Questo il bilancio della prima parte di stagione per un Cus Unime che ha iniziato questa storica avventura nella seconda serie come meglio non avrebbe potuto. L’unico imprevisto, se cosi si può definire, la sconfitta arrivata lontano dai propri tifosi per mano della Roma Vis Nova. Per il resto, però, solo vittorie per la compagine universitaria che arricchisce la propria annata con il record di aver ottenuto solo vittorie casalinghe in questo 2018.

Tutti presupposti, dunque, che fanno sperare in un 2019 ancor più soddisfacente, come evidenzia nella sua analisi il tecnico dei gialloblu, Sergio Naccari: “Non posso che essere soddisfatto di questa prima parte di stagione. La squadra è stata rinnovata in diversi elementi durante il precampionato ma, nonostante ciò, i ragazzi sono stati bravissimi a trovare sin da subito i giusti equilibri dimostrando grande professionalità e serietà. Già dalla prima partita del torneo abbiamo capito quanto sarebbe stata difficile questa Serie A2, con l’esordio shock in casa contro l’Arechi Salerno quando andammo sotto di 4 reti in pochissimi minuti. Poi la nostra reazione importante che ha portato i primi storici ed importanti punti al CUS. Poi Roma e la prima preventivabile sconfitta, l’unica del nostro anno solare: in quell’occasione ho accusato molto la sconfitta, non tanto per come arrivata, perché l’avevamo meritata, ma soprattutto perchè il 2018 ci aveva abituato alla vittoria. Ma subito siamo stati bravissimi a reagire. Immediata vittoria casalinga contro Crotone, che ci ha fatto soffrire più del previsto, e la nostra prima vittoria esterna a Catania contro i Muri Antichi, certamente la ciliegina sulla torta ed a mio parere la nostra migliore prestazione in questo campionato, durante la quale più volte abbiamo allungato ma siamo riusciti a chiuderla solo nell’ultimo parziale, a conferma di una continua crescita. Quello che mi piace più sottolineare è il grande attaccamento alla squadra che hanno dimostrato i ragazzi che, anche nei momenti più complicati, hanno sempre reagito nel modo migliore. Al rientro, inoltre, potremo godere del supporto di due nuovi elementi che ci rafforzeranno ulteriormente sia dal punto di vista numerico che qualitativo. Rientra dal Brasile Cesare Russo, il metronomo della squadra ed uno dei protagonisti della promozione della scorsa stagione, e si aggrega al gruppo Davide Steardo, un giocatore che darà tanto spessore al cosiddetto lato buono dello schieramento. Il 3 gennaio, finalmente, ci ritroveremo alla cittadella al gran completo e questo ci da la possibilità di affrontare la seconda parte di campionato in maniera più serena: in questa prima metà una delle difficoltà è stata quella di trovarmi con una rosa un pò troppo corta, ma questo dà ancora più valore all’ottimo lavoro svolto dai ragazzi. Certamente l’innesto a tempo pieno di Cesarone e di Steardo sono i migliori presupposti per iniziare al meglio questo 2019 che, tra Gennaio e Febbraio, ci vede affrontare alcune delle big del torneo e sarà fondamentale incrementare i nostri punti in classifica, ribadendo che il nostro primo obiettivo rimane a tutti gli effetti il mantenimento della categoria”

di Leo Berti

Leggi Anche...

Il CUS Unime sfiora l’impresa. Alla Cittadella é 9-8 per Salerno

CUS Unime – Pallanuoto Si ferma sul più bello la formazione universitaria, superata di una …

Condivisioni