Sanremo #day2, aspettando gli artisti in gara

Il #day2 sanremese inizia con i commenti delle prime canzoni in gara. ‘’E’ orecchiabile!’’, ‘’Sarà la canzone dell’estate’’, ‘’Questa vince sicuro!’’. Colazione veloce, scarpe ai piedi, e marcia verso il centro di Sanremo.

Facciamo qualche scatto i giro per la città, sperando di incontrare qualche personaggio per poterci scambiare due chiacchiere, ma l’esperimento si rivela inutile: non c’è nemmeno l’ombra di un vip!
Sconfitti ci dirigiamo verso Casa Sanremo, dove ad accoglierci è la voce di Marco Masini, durante la diretta nella sala lounge di Rai Radio 2 (radio ufficiale del festival). Parla del suo brano in gara, delle emozioni provate sul palco dell’Ariston, ma la prima cosa che salta all’occhio è il tatuaggio sul braccio.

Arriva l’ora di pranzo, restiamo a mangiare a Casa Sanremo. Ordiniamo una pizza napoletana (per sentito dire, però effettivamente era molto buona) e incontriamo un volto noto per i fan di Maria De Filippi e del suo programma “Uomini e Donne”: l’ex tronista Mariano Catanzaro. Intento ad amoreggiare con una bella donna bruna, decidiamo anche questa volta di non avvicinarci. Anche perché, cosa avrebbe potuto dirci di interessante?

Foto – Cristina Geraci

Nel pomeriggio ci dirigiamo verso Casa Siae. Intervista a Leo Gassman e Fadi. I due pur essendosi scontrati a duello durante il festival la prima sera (vince Gassman tra i due ndr) non sembrano essere rancorosi, anzi, tutt’altro. I due sono molto amici, vengono intervistati insieme e raccontano del loro rapporto con la musica, le loro prime esperienze nell’ambito musicale.

L’intervista termina con un grande in bocca al lupo per Leo Gassman, volato in semifinale, e noi riusciamo anche a prendere il numero della sua manager, stiamo per concordare un’intervista. Si dimostrano entrambi molto disponibili, siamo molto contenti di questo.
L’ora dell’aperitivo la passiamo a Casa Siae insieme agli amici delle radio universitarie, tra spritz e risate.
Ci muoviamo giusto in tempo per l’inizio della seconda serata del festival, decidiamo di guardarla a Casa Sanremo. La sala lounge si popola, siamo tutti curiosi di sapere cosa ci riservi il festival.

Foto – Cristina Geraci

In effetti, avevamo ragione di esserlo.
Apre il festival Amadeus, e subito con lui Fiorello, il quale ci ha dedicato un momento televisivo indimenticabile. Uno showman a 360°, nei panni della regina Maria De Filippi.
“Ieri avevo detto che se avesse funzionato l’abito di Don Matteo, mi sarei vestito in un certo modo… e siccome ieri non è andata bene, ma benissimo…” . Dobbiamo ammettere che Fiorello le porta proprio bene le calzamaglie nere velate. In diretta arriva la chiamata di quest’ultima che presenta il festival via cellulare. Impossibile non notare come Fiorello abbia memorizzato la De Filippi sul telefono: “THE QUEEN MARIA DE FILIPPI”.

Inizia la serata, si esibiscono le nuove proposte. Martinelli e Lula con “Il gigante d’acciaio” contro Fasma “Per sentirmi vivo”. Fasma è stato vivissimo e ha vinto con un bel 51 %.
E’ la volta di Marco Sentieri con “Billy Blu” che si scontra con Matteo Faustini con “Nel bene e nel male”. Tecla, Fasma, Leo Gassman… e Marco Sentieri. Matteo non ce l’ha fatta.
Tributo all’indimenticato Fabrizio Frizzi, Amadeus dichiara “Se Fabrizio fosse ancora vivo, sono convinto che questo festival lo avrebbe sicuramente condotto lui”.

Foto – Cristina Geraci

Entrano in scena i big, Piero Pelù e il suo microfono peloso aprono le danze con “Gigante”, subito dopo la regina del twerk Elettra Lamborghini canta “Musica e il resto scompare”. L’emozione stava per giocarle brutti scherzi ma la sua performance si riprende con un po’ di movimento di bacino.
Breve pausa sportiva, si escono le racchette da tennis e Novak Djokovic fa qualche dritto e rovescio con Fiorello, mentre ad Amadeus tocca il ruolo di raccattapalle.
Riprende la gara con Enrico Nigiotti che si esibisce con la sua canzone “Baciami adesso”.
Un emozionante throwback grazie all’eterna Sabrina Salerno, sul palco vengono proiettate due vecchie foto di Amadeus e Sabrina.
Tocca alla sicula Levante, che si esibisce in rosa con “Tiki BomBom”.
Dal polo nord arrivano sul palco dell’ariston i Pinguini Tattici Nucleari con “Ringo Starr”.
Duettano Massimo Ranieri e Tiziano Ferro, ed è subito “Perdeeeereee l’amoooore”.
E’ il turno di Tosca, ‘’Ho amato tutto’’.
Paolo Palumbo, chef, malato di Sla, ha duettato (attraverso il tablet) nella canzone “Io sono Paolo” insieme all’amico Christian Pintus. E la commozione è palpabile. Il ragazzo ha 22 anni e manda un messaggio al pubblico dell’Ariston: “Immaginate di non poter provare il piacere di dissetarvi con un sorso d’acqua, in Italia siamo oltre 6000.”
Un buon mix di emozioni grazie ai Ricchi e Poveri, la band ritorna al completo dopo quarant’anni sul palco dell’Ariston. “Ultimo amore”, “La prima cosa bella”, “Che sarà” per scaldare gli animi, “Sarà perché ti amo” e “Mamma Maria” fanno ballare e cantare tutta casa Sanremo.

Foto – Cristina Geraci

Arriva Zucchero, che mantiene negli anni la sua voce potente e canta “La canzone che se ne va” e il grande classico “Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress E DALL’AZIONE CATTOLICA”.
Si esibisce il grande Francesco Gabbani, che ha già portato due volte a casa il Festival di Sanremo, canta ‘’Viceversa’’ con i suoi calzini appariscenti.
Paolo Jannacci con “Voglio parlarti adesso” canzone dedicata alla figlia.
Momento neo melodico con il grande Gigi D’Alessio, che riporta sul palco dell’Ariston dopo vent’anni “Non dirgli mai”.
Arriviamo a Rancore con “Eden”. Torna Massimo Ranieri con il nuovo brano, “Mia ragione”.
Tiziano Ferro torna sul palco per un medley dei suoi successi, Sere Nere, Il regalo più grande e La fine. Il tanto commentato Junior Cally si esibisce senza maschere con ‘’No grazie’’.
Arriva sul palco Emma D’Acquino che con la sua voce da TG ci presenta un monologo sulla difficoltà della professione giornalistica.
Giordana Angi, penultima artista in gara, con la sua emozionante e commovente ‘’Come mia madre’’.
‘’Nell’estasi e nel fango’’, chiude la gara del secondo giorno del festival Michele Zarrillo.
Laura Chimenti legge la sua emozionante lettera per le figlie.
Si conclude così la seconda serata, con la classifica che vede al primo posto Francesco Gabbani, seguito da Piero Pelù, i Pinguini tattici nucleari, tosca, Michele zarrillo, Levante, Giordana Angi, Paolo Jannacci, Enrico Nigiotti, Elettra Lamborghini, rancore, e per ultimo Junior Cally. Arriva la classifica generale provvisoria delle due serate che riconferma Francesco Gabbani al primo posto, seguito da Le vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra, Rancore, Bugo e Morgan ed infine in ultima posizione Junior Cally.

Foto – Cristina Geraci

Nella Lounge di Casa Sanremo si vocifera il presunto arrivo di Levante, e così è stato. Canta accompagnata esclusivamente dal piano “Andrà tutto bene”, “Lo stretto necessario” e infine “Bravi tutti voi”. Lei come tutti noi, esausta dalla giornata piena di impegni ed emozioni ci lascia e torna a riposare in albergo.
Purtroppo per noi il rientro alla base non prevede letto e lenzuola ma un po’ di lavoro al computer.
Ci prepariamo per la terza giornata sanremese!

Damiano La Fauci

Leggi Anche...

Prime lauree in presenza post Covid-19

  Giorno 7 luglio, dopo mesi di quarantena a causa della Covid-19, si è svolta …