Bresh fonte: la fredezza music

Bresh: un “guasto” che non dispiace

Sarò con le braccia sempre in aria, con l’ultimo grido appesoPer distruggere il silenzio, per fare crollare il cieloCorro verso la tua stella fino a che non l’avrò presa

Per le strade di Genova, un giovane artista di nome Andrea Brasi, ma da tutti conosciuto con il pseudonimo di Bresh, ha mosso  i suoi primi passi nel mondo della musica, ma in fondo come non può ispirare la città portuale che ha cresciuto autori come Fabrizio De Andrè, Eugenio Montale, Gino Paoli e tanti altri che hanno lasciato una impronta nel cuore di tutti noi.

Bresh, classe 1996, inizia a intraprendere la sua carriera a soli  15 anni nel 2012, con il suo primo mixtape intitolato Cambiamenti, e nel 2013 pubblica un secondo progetto dal titolo Cosa vogliamo fare. In questi due primi lavori, Bresh si fa accompagnare da diversi artisti che come lui stanno cercando di affermarsi nel mondo della musica, tra cui il talentuoso Izi.

Ogni tanto, Bresh ci sorprende con l’uscita di qualche singolo, uno di questi è Guasto D’amore, un inno al Genoa, la squadra del cuore del rapper. Il brano si è posizionato fin da subito primo in classifica su alcuni servizi musicali.

Bresh
Bresh. Fonte: ticketmaster

Oro blu (2022)

Il secondo album di Bresh, pubblicato il 4 Marzo 2022, è composto da 12 canzoni, e tutte contengono la firma del nostro protagonista. L’album non contiene solo la voce del rapper genovese, ma anche di alcuni suoi colleghi come Rkomi, Psicologi, Izi, Massimo Pericolo, Tony Effe, Francesca Michielin.

  1. Ulisse
  2. Andrea
  3. Parli di me (feat. Rkomi)
  4. Come stai (feat. Izi)
  5. Angelina Jolie
  6. Alcool & acqua (feat. Psicologi)
  7. Svuotatasche
  8. Amore (feat. Greg Willen)
  9. Caffè
  10. Fottiti (feat. Tony Effe)
  11. Se rinasco (feat. Massimo Pericolo, Crookers)
  12. La presa b e la presa male

Il 22 luglio, Bresh regala ai suoi fan una traccia bonus: “Il meglio di te“, un brano molto interessante. L’artista, spiega che la canzone rappresenta la giornata “tipo” di tutti i ragazzi che non sanno cosa li aspetti “domani”.

Davanti agli altri non ti riesco a dire quello che voglio
Soltanto il meglio di te tutto per me

L’unica certezza per i millenial e la generazione Z sono i piccoli gesti, che fanno capire com’è realmente una persona, togliendo per un momento le paure di un futuro troppo incerto.

Bresh
Bresh. Fonte: billboarditalia

Che io mi aiuti (2020)

Primo album d’esordio di Bresh, Che io mi aiuti è stato pubblicato il 14 Febbraio 2020, e ristampato il 24 Luglio dello stesso anno col titolo Che io ci aiuti e con una aggiunta di 16 brani inediti. Nei due dischi troviamo dei featuing con Rkomi, Izi, Tedua, Vaz Tè, Giaime, Ketame 126, Garelli. Il tema principale di questo disco è l’amore, che come la nostra società è troppo sfuggente e difficile da raggiungere.

Non sai quanto darei per restare con te
Ma poi non lo farei perché ci tengo a meE ti direi fai il biglietto per teIo ho una tratta prenotata, Disoriental Express

Bresh non rientra nel concetto classico di “rapper”, la sua musica e i suoi testi si legano alla musica d’autore, scomparsa ultimamente in questo mondo ormai troppo ipervelocizzato. La penna di Bresh scappa dall’Hype e dalla fama. E immergendoci nel suo mondo, potremo ascoltare un mix di generi, tra cui elementi melodici. I testi sono profondi, versi della tipica poesia moderna ma con un tocco in più, che vanno a colpire i nostri cuori, – a differenza di altri suoi altri colleghi che oramai vanno a perdersi nel commerciale.
Bresh stesso, ha affermato di avere un legame artistico con Faber, chissà se anche lui, durante la sua adolescenza si è recato in via del campo a Genova, in cera di ispirazione per la sua arte.

 

Alessia Orsa

Leggi Anche...

Kinds of Kindness è la liberazione artistica di Yorgos Lanthimos

  A breve distanza dall’uscita nelle sale di Povere Creature!, l’eclettico Yorgos Lanthimos torna al …