donna trans picchiata da tre vigili

Aggressione della polizia ad una donna, la Procura di Milano apre le indagini

Si è verificata un’aggressione da parte di tre poliziotti nella città di Milano, nei confronti di una donna transgender di origine brasiliana. Un residente in zona Bocconi ha filmato la scena in cui si vedono gli agenti di polizia attaccare la donna con dei manganelli.

La vicenda

Il tutto sarebbe iniziato nei pressi di una scuola in via Giacosa, alcuni genitori avrebbero segnalato la presenza di una donna molesta, che si denudava in mezzo alla strada, urlando con fare minaccioso frasi senza senso.

Gli agenti di polizia sono intervenuti ma la donna avrebbe finto di svenire, per poi aggredire uno di loro con un calcio ed infine avrebbe tentato la fuga. Come si evince dal video, diventato virale, ma che mostra solo una parte della vicenda, gli agenti l’hanno colpita alla testa con un manganello, presa a calci e spruzzato sul volto dello spray al peperoncino – nonostante fosse disarmata e non opponesse resistenza – una volta immobilizzata, è stata ammanettata.

La risposta di Beppe Sala

In molti hanno chiesto all’attuale sindaco di Milano, Beppe Sala in che modo sarebbe intervenuto.

“Per potere formalmente intervenire è necessario che la polizia locale faccia una relazione, nelle more di questa relazione i vigili in questione sono stati messi in servizi interni”. Ha altresì definito quanto accaduto “un fatto veramente grave”

Vladimir Luxuria, prima parlamentare trans in Italia. Fonte: Il Giornale d’Italia

“Sono riuscito a vedere quel video una sola volta perché c’è una persona seduta a terra e inerme, che non stava minacciando nessuno, presa a calci, colpita, trascinata e immobilizzata non da bulli di quartiere, ma da uomini che indossano la divisa della polizia municipale a Milano. Queste persone non meritano la divisa che indossano e mi auguro vengano immediatamente spogliate di quella divisa che offendono”

Luxuria ha invitato anche a “riflettere sul clima di odio che fomenta una certa politica che, in maniera ossessiva, parla di minaccia dell’ideologia gender. Queste sono purtroppo le conseguenze di un clima di transfobia e violenza da condannare senza se e senza ma”.

Anche la deputata di “Alleanza Verdi Sinistra” Ilaria Cucchi si dice pronta a far luce sull’accaduto

 “Intendo andare fino in fondo su questa vicenda, finché non saranno chiarite tutte le dinamiche e sul caso presenterò una interrogazione”

Fabrizio Marrazzo, portavoce Partito Gay LGBT+, Solidale, Ambientalista, Liberale.

Fonte: Il Riformista

“Inaccettabile l’aggressione della polizia ad una donna trans a Milano, oggi in zona Bocconi, come vediamo nelle riprese la donna era inerte e la polizia la manganellava senza motivo. Chiediamo al Ministro Piantedosi una immediata verifica dei fatti e la sospensione immediata degli agenti che hanno aggredito. Quanto accaduto ad una settimana dalla giornata mondiale contro l’omobistransfobia, mostra l’urgenza di una legge che ci tuteli e punisca con aggravante anche le forze dell’ordine che si macchiano di tali reati”

Non tutti hanno mostrato vicinanza agli agenti di polizia, eccezion fatta per il deputato di Fratelli d’Italia Stefano Maullu

“Desidero esprimere piena solidarietà ai vigili che hanno fatto il loro dovere, evitando che quella persona potesse dare seguito alle minacce ai bambini di una scuola milanese”

Ultimi sviluppi

A seguito di accertamenti, la Procura di Milano ha smentito la Polizia Locale – la donna non avrebbe infastidito i bambini, si trattava solo di schiamazzi – apre un’indagine contro ignoti per lesioni aggravate da abuso di funzione pubblica.

Gabriella Pino

Leggi Anche...

Maschere

Se giungesse una persona perfetta, con fare bonario, e ci tendesse la mano? Quella stessa …