A volte

A volte è meglio non pensare,
lasciar andare via i pensieri,
molto meglio ascoltare qualcuno
per andarsene dalla propria testa
ed entrare in un’altra.
A volte è meglio fregarsene,
essere troppo buono significa essere ingenuo,
anche se la bontà è rara e la possiede
solo chi ha troppa anima.
A volte meglio partire per dimenticare,
ma non viaggiare, partire di testa,
essere folle, strano, con l’anima in festa;
ricorda: “senza pensieri vivi di più.”
A volte meglio essere se stessi,
senza filtri né maschere,
con la sincerità dentro gli occhi
e i sogni dentro l’anima.
A volte meglio prendere la vita
con più leggerezza,
senza massi dentro al cuore,
per un cuore più pulito
e una testa meno pesante.
A volte meglio sognare,
cadere per poi rialzarsi
ed essere più forte,
perchè dai fallimenti nascono i sogni
e dai sogni nasce la felicità, che non è mai abbastanza…
A volte….

Miriana Postiglione

*Immagine in evidenza: illustrazione di Marco Castiglia

di Rubrica Inchiostro

Leggi Anche...

La Neve in Fondo al Mare, tra neuropsichiatria e infanzia

  Il nuovo libro di Matteo Bussola, fumettista e scrittore veronese, già autore di numerosi …