Vi (ri)presento Radio UniVersoMe. Ci siamo ancora, e stiamo tornando più forti

radiouniversomeLo sappiamo, ci siamo decisamente fatti attendere ma credeteci, ne è valsa la pena. UniVersoMe non è, per fortuna, un progetto unilaterale: il giornale, ormai avviato e con seguito di lettori, infatti, non è l’unico canale d’informazione che l’iniziativa può vantare. Negli ultimi giorni del dicembre scorso, come un fulmine a ciel sereno, sul sito spreaker.com è apparso proprio l’account Radio UniVersoMe, canale radiofonico ufficiale dell’idea prodotta dai ragazzi e dall’ufficio stampa dell’Ateneo Peloritano.

Due puntate con un discreto numero di fan che, però, anche se stabile su poche centinaia di ascoltatori, ci ha dato la conferma che ci serviva: della novità si era sparsa la voce e, a conti fatti, non ci restava che lavorare sodo per migliorare il motore. Sono stati mesi di rodaggio e, indubbiamente, di sistemazione, sia per i membri della consolle che per i ruoli dietro i microfoni. Alcuni elementi ci hanno salutato, trovando i loro spazi altrove, altri sono stati confermati ed altri ancora, “nuove leve”, si sono aggiunte alla squadra.

Ma come verrà strutturata la nuova organizzazione di Radio UniVersoMe? Due i giorni di trasmissione, infatti: lunedì, alle 15, spazio alla cronaca (universitaria e non) e alle voci di Simone Intelisano e Diva Famà; più tardi, alle 17, Claudio Panebianco ed Elena Andronico si occuperanno delle iniziative sportive e di seguire i progetti delle varie discipline. Mercoledì, alle 15, la sezione dell’opinione (forse la più interessante dell’organico), verrà curata da Elisia Lo Schiavo e Vanessa Munaò. Ovviamente non mancheranno gli intermezzi musicali e molta più attenzione verrà rivolta anche e soprattutto alla partecipazione degli ascoltatori alla puntata. Ogni trasmissione verrà inserita nel nostro database su spreaker.com, potrà essere ascoltata anche in on demand e sul sito del giornale, dove ad ogni nuovo play verrà aggiornato il banner contenente proprio le puntate.

Ma quando, finalmente, verrà accesa nuovamente la nostra strumentazione? Mercoledì 30 Marzo alle 15, reduci dalla pasquetta, “a panza china e menti vacanti”, come si dice a Messina, saremo tutti in studio per avviare nuovamente la radio, speranzosi e convinti che queste innovazioni possano davvero avviare il nostro percorso nel migliore dei modi: parleremo degli ultimi argomenti “scottanti” riguardanti il nostro Ateneo, l’isee che tanto ci ha fatto perdere la testa, il mav valido per l’atm e la validità dell’unime card; in sala, con noi, anche il vincitore del contest “#chidormenonpigliacfu”, Francesco Burrascano.

A dirigere i lavori, per così dire, ci sarò io, Claudio Panebianco, che con la supervisione, e la pazienza, del Dottor Luciano Fiorino spero, con la collaborazione dei miei colleghi, di svolgere un buon lavoro al fine non di mostrare non tanto “tutta un’altra musica” ma quanto una musica che va decisamente controcorrente, capace di far scommettere “i grandi” sui “piccoli” e di creare un canale d’informazione che nasca dai dipartimenti ma che possa poi camminare, sulle sue gambe, anche fuori dalle mura accademiche.

Claudio Panebianco

Leggi Anche...

fonte unime.it

Motostudent: il Team di SIC al primo posto

Aragon 2021, caldo torrenziale, il Team di Stretto in Carena (SIC) si aggiudica il primo …