Home / Attualità / Alluvione in Giappone, sale il numero dei morti

Alluvione in Giappone, sale il numero dei morti

Era da anni che le piogge non causavano danni catastrofici e decine di morti; l’ultimo disastro di notevoli proporzioni che registrò numeri elevati di morti  fu a Hiroshima, nel 2014; ma in questi giorni, durante uno dei mesi più piovosi, il Giappone è sopraffatto da un’ondata di maltempo che fino a ora ha causato oltre 126 morti e bloccato il paese, specialmente nella zona occidentale e centrale, con vie di comunicazione impraticabili e fabbriche costrette a fermare la produzione.

Gli sfollati sono decine di migliaia, mentre gli ultimi bilanci  segnano più di 100 dispersi.  Le autorità hanno ordinato l’evacuazione di circa 5 milioni di persone nelle regioni sud-occidentali del Paese contando 30mila persone ospitate da giorni in centri di accoglienza, allestiti per gestire l’emergenza. Mentre le operazioni di ricerca dei dispersi proseguono, oggi le piogge sono calate d’intensità , ma decine di persone mancano ancora all’appello da quando ha avuto inizio l’ondata di maltempo. Tra forze di difesa e sicurezza, vigili del fuoco e altri agenti sono al lavoro circa 50mila persone per le attività di salvataggio e la ricerca dei dispersi.

Il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, ha spiegato, nonostante la costanza e la determinazione dei soccorritori che il salvataggio delle persone ancora rimaste isolate sta diventando “una corsa contro il tempo”.

E ha annunciato la cancellazione del viaggio già pianificato in Europa e in Medio Oriente, per coordinare al meglio le operazioni di soccorso dopo l’emergenza che ha devastato il versante centro occidentale del Paese.

Il premier sarebbe dovuto partire questo mercoledì per volare prima a Bruxelles, dove era stata concordata la firma per il trattato di libero scambio con l’Unione Europea, e successivamente in visita in Francia, per spostarsi poi in Arabia Saudita ed Egitto, prevedendo il ritorno in Giappone per il 18 luglio.

Tale situazione ha suscitato l’appoggio da parte di tutti; in particolar modo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha twittato “Profonda solidarietà al Primo Ministro Abe Shinzo e al popolo giapponese, impegnati in queste ore contro piogge torrenziali che funestano il Paese. Cordoglio per le vittime e i dispersi, Italia è al fianco del Giappone ed è pronta a prestare tutto l’aiuto necessario” .

Anche l’Unione Europea ha espresso la sua piena solidarietà e vicinanza al popolo e alle autorità giapponesi  attraverso una nota dell’alto rappresentante Ue per la politica estera, Federica Mogherini e del commissario per gli aiuti umanitari Christos Stylianides “Esprimiamo le nostre condoglianze a tutti coloro che hanno perso i loro caro” continuando “In questo momento i nostri pensieri sono rivolti ai coraggiosi primi soccorritori, ai servizi di emergenza e ai volontari impegnati nelle operazioni di soccorso che stanno facendo tutto il possibile per salvare vite e aiutare le persone bisognose. L’Unione Europea è pronta a fornire assistenza ai nostri amici giapponesi”.

Francesca Grasso

Leggi Anche...

L’istruzione in discussione: il valore del titolo di studio negli atenei del sud

Con voce tonante Matteo Salvini ha annunciato di volere rimettere mano a una questione che …

Condivisioni