Home / Attualità / Dopo la bufera sulle frasi della dirigente, gli studenti occupano il Seguenza

Dopo la bufera sulle frasi della dirigente, gli studenti occupano il Seguenza

Tempo di lettura: 2 minuti

 

Dopo il bombardamento mediatico sulle frasi della preside del liceo scientifico Seguenza, Lilia Leonardi, gli studenti hanno ieri occupato l’istituto.

Benché le controversie in merito, e le successive scuse ufficiali della dirigente in un video, dove spiega le sue preoccupazioni circa i fondi per la scuola e le sue positive esperienze professionali anche in scuole di montagna, sembra che gli studenti pretendano altre scuse.

Forse, a loro modo di vedere, più autentiche e meno dettate dalla pressione che i media hanno per ora esercitato sulla vicenda.

 

Tempostretto.it

 

Questo è quanto detto dalla Leonardi nel video da lei registrato dopo le polemiche: “Non era assolutamente mia intenzione offendere nessuno. Io per prima sto male per tutto ciò e per l’immagine che la gente si è fatta di me” – e prosegue, dopo aver sottolineato il rispetto che porta verso tutte le condizioni socioeconomiche delle famiglie e degli altri istituti – “Mi dispiace, quindi, di non essere riuscita a far passare il pensiero che in realtà volevo esprimere. Infatti, sono sempre preoccupata di non trovare i soldi per far funzionare la scuola, che necessita sempre di continui interventi che la Provincia non garantisce più da tempo. Ecco perché nel momento dell’iscrizione sono costretta a chiedere alle famiglie il contributo di 50 euro“.

Le parole della dirigente sembra, però, non siano bastate.

Ciò che si chiede, oltre ad altre questioni discusse durante l’assemblea d’istituto dei giorni scorsi, è, in conformità all’origine del fatto, un bilancio trasparente per conoscere come i soldi dei contributi volontari, sollecitati dalla preside, vengano spesi.

 

Antonino Giannetto

 

 

 

 

di Attualita

Attualita

Leggi Anche...

Caronte&Tourist: arrestati i suoi vertici e il sindaco di Villa San Giovanni

Tempo di lettura: 2 minuti     Arrestati Giovanni Siclari, sindaco di Villa San Giovanni, Antonino Repaci e Calogero Fimiani, …