Eventi

UniMe: il benvenuto agli specializzandi di area medica

Nonostante l’emergenza da Covid-19 che ha reso lo scorso anno e quello in corso particolarmente difficili ed atipici, l’Ateneo ha deciso di dare un inizio pieno di speranza, incontrando simbolicamente i neospecializzandi.

L’evento di giorno 23

Durante un incontro svoltosi presso il Palacongressi dell’AOU “G. Martino” lo scorso 23 febbraio, il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, ha consegnato i camici e le tutine che saranno utilizzati per lo svolgimento delle attività sanitarie ad una rappresentanza di specializzandi del primo anno e dottorandi di area medica, sottolineando il senso di appartenenza all’istituzione e dando così il benvenuto.

Durante l’evento il Rettore ha ringraziato gli specializzandi per la loro preziosa attività nel corso della pandemia affrontando piccole e grandi emergenze sanitarie, segno di un impegno che continua ad essere messo costantemente al servizio del prossimo.

Le parole del Rettore:

In un momento come questo è fondamentale sostenere e  porre grande attenzione alla formazione dei nostri specializzandi, che contribuiscono, ogni giorno, con impegno e preparazione a tutelare la salute di tutti e rappresentano il futuro non solo dell’università, ma anche della sanità.

Il Rettore, ha ricordato inoltre la sottoscrizione dell’intesa tra la Regione e le Università siciliane che regola le modalità di formazione e agevola l’accesso nei reparti degli specializzandi, grazie alla quale sarà possibile colmare la maggiore richiesta di medici in ogni settore ospedaliero.

Sempre presente il ricordo di Lorena Quaranta, la studentessa dell’Ateneo vittima di femminicidio per mano del suo fidanzato, che lo scorso ottobre è anche stata insignita della laurea in Medicina e Chirurgia, che avrebbe conseguito pochi mesi dopo.

Ornella Venuti

 

Leggi Anche...

UniMe e fondazione “Fiumara d’arte”: presto nuove 13 opere

Fin dai primi tempi l’uomo è stato ossessionato dalla bellezza. Bellezza che sì, è soggettiva …