Home / Editoriale

Editoriale

Dicembre, 2019

  • 9 Dicembre

    La solitudine dei numeri primi

    Tempo di lettura: 4 minuti Ascolto consigliato: Everybody’s Talkin’ -Harry Nilsson No, non si tratta di una recensione del noto libro di Paolo Giordano. Credo che alcune frasi, alcune espressioni, abbiano un’eleganza intrinseca, che prescinde dall’interpretazione che ognuno di noi dà e che riesce ad affascinare pressocché chiunque. Ed è così che mi sento, colpito dalla semplicità di una frase che suona quasi come una …

Novembre, 2019

  • 25 Novembre

    Odi et amo Messina, una casa che sta stretta

    Tempo di lettura: 9 minuti Se mi venisse chiesto come definirei la terra di cui sono originaria, la Sicilia, unitamente alla mia città natale, cioè Messina, risponderei proprio citando i versi di una canzone popolare abruzzese che nell’immaginario collettivo si attribuisce di solito alla versione più nota rivisitata da Modugno: io vado via. Amara terra mia, amara e bella. Ho sempre interpretato queste parole un po’ …

  • 18 Novembre

    Razzismo: la fiamma dell’ignoranza arde ancora

    Tempo di lettura: 6 minuti “Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio.”                                  …

  • 11 Novembre

    Muri d’odio – ieri e oggi

    Tempo di lettura: 3 minuti A trent’anni dalla caduta del muro di Berlino, nuovi confini e chilometri di filo spinato dividono continuamente il mondo; sono barriere fisiche o ancora immateriali.  La notte di Berlino  15 Giugno 1961. Riecheggiano nitide le parole di Walter Ulbricht, presidente del consiglio di Stato della DDR – “Nessuno ha intenzione di costruire un muro” – alle porte di Brandeburgo.  13 Agosto 1961. Data simbolo della …

  • 4 Novembre

    Se rimani non giudichi, se te ne vai non giudichi

    Tempo di lettura: 4 minuti Una delle poche certezze che ha Messina è la retorica di fine estate. C’è sempre il poeta polemico di turno, la scrittrice nostalgica, lo zio d’America che sentenzia, sul finir di Agosto. Molte testate dello Stretto hanno preso questa abitudine – noi forse l’abbiamo addirittura iniziata questa tradizione – di pubblicare le lettere “rendiconto” delle condizioni e delle sensazioni che …

Ottobre, 2019

  • 28 Ottobre

    Emigrazione giovanile: l’orfanotrofio messinese

    Tempo di lettura: 6 minuti Forse fino ad ora non abbiamo avuto neanche la percezione della gravità del problema, […] l’importante è non lasciarsi prendere dalla sfiducia e dalla convinzione che questa città è ormai irredimibile e l’unica soluzione è andare via. Questo il commento del Prorettore Vicario Prof. Giovanni Moschella sulla Gazzetta del Sud, dopo aver letto che la Sicilia presenta la più alta …

Luglio, 2019

  • 22 Luglio

    Andrea Camilleri, l’uomo dietro Montalbano

    Tempo di lettura: 4 minuti   «Se potessi, vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio ‘cunto’, passare tra il pubblico con la coppola in mano».   A. Camilleri     E’ davvero arrivato alla fine del suo cunto Andrea Camilleri, dopo una vita passata a raccontare storie; non sarà davvero passato con la coppola in mano …

  • 15 Luglio

    La “scelta” della felicità!

    Tempo di lettura: 6 minuti “Cosa vuoi fare da grande?” Quante volte ci hanno fatto questa domanda? Cento volte!? Forse duecento!? Diciamo anche mille! Quando questo quesito ci veniva posto da bambini, la maggior parte di noi iniziava ad elencare i lavori più disparati: dal calciatore alla ballerina, dall’avvocato alla maestra, dal dottore alla modella, e moltissi altri. Tuttavia, c’era sempre un bambino che non …

  • 8 Luglio

    Ecco perché Carpe Diem non significa “cogli l’attimo”

    Tempo di lettura: 3 minuti “Carpe diem, cogliete l’attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita.” Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase dal professore John Keating ( interpretato da Robin Williams) nel film “L’attimo fuggente”? “Cogli l’attimo, cogli la rosa quand’è il momento”. Perché il poeta usa questi versi? […] Perché siamo cibo per i vermi, ragazzi. Perché, strano a dirsi, ognuno di noi in …

Giugno, 2019

  • 10 Giugno

    I nativi digitali e la lotta di supremazia dei millennials

    Tempo di lettura: 4 minuti Ascolto consigliato “Altrove” – Eugenio in via di gioia Qualcuno disse “La storia si ripete”, ma la stessa storia potrebbe confondere se stessa con le sue bugie. Quello succede periodicamente ad intervalli indeterminati. Ad ondate ancora non ben delineate nell’universo spazio temporale. Un po’ come in una classica puntata di Sex and the City, mi ritrovo nella stessa situazione di …